Il 10 giugno 1692 impiccavano Bridget Bishop, prima "strega" condannata a Salem

processo streghe salem Quando le "streghe" venivano condannate a morte in quelli che non erano ancora gli Stati Uniti, l'America era apparsa sulle mappe da appena due secoli. Era il 10 giugno 1692 infatti, quando si concludeva nel peggiore dei modi il primo processo che vide imputata una delle prime streghe di Salem: Bridget Bishop.

Di cosa era accusata Bridget? Di witchcraft, di stregoneria. A rileggere i verbali originali del 1692, messi meritoriamente online su etext.virginia.edu, si apre uno squarcio su un mondo di superstizione e bigottismo impressionante, dove il timore di Dio conduceva alla follia. Non certo le "streghe", più facilmente chi le accusava.

Quello che oggi sarebbe un pubblico ministero la incalza: "Lei ha contatti col Diavolo?", Bridget risponde ovviamente di no, "Lei è una strega?", lei nega. Il verbale è tutto così, va avanti a botta e risposta di questo genere:

Che genere di contratto lei ha stipulato col demonio?

Non ho fatto nessun contratto con il demonio, né l'ho mai visto in vita mia

Bridget Bishop fu la prima condannata a morte: fu impiccata su quella che ancora oggi si chiama Witches Hill il 10 giugno 1692, aveva sessanta anni. A leggere i documenti storici, ne emerge una figura intollerabile per l'epoca puritana in cui era immersa.

Una donna avanti di qualche secolo rispetto al tempo in cui viveva:

Ci fu anche gente che affermò di aver visto lo spirito della Bishop apparire nelle stanze di diversi uomini mentre questi dormivano e di averli aggrediti. Queste asserzioni, insieme al fatto che lei indossasse abiti rossi, vennero usate per insinuare che i buoni uomini puritani di Salem temevano di essere vittime delle prodezze sessuali della Bishop. Comunque c’è da dire che il rosso non era un colore insolito da indossare fra le donne Puritane, la Bishop, inoltre, doveva avere circa 60 anni all’epoca del suo processo e probabilmente non era la donna più attraente della città. Questi eventi presentano tutte le caratteristiche della illusione ipnagogica con la quale le vittime di tale esperienza credevano che la Bishop fosse nelle loro stanze e li stesse aggredendo


Per farvi un'idea di cosa fu la persecuzione alle "streghe" di Salem, non è male il sito del museo locale.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail