Come decodificare il profilo Fb di un uomo

face bookChi li capisce è brava, dice qualcuno, ma subito un’altra ribatte che in fondo gli uomini sono essere semplici, basta afferrare il meccanismo di base e si comportano tutti allo stesso modo. Sarà, ma a complicare le cose sono intervenuti i social network, che hanno sfidato le nostre capacità interpretative: bisogna essere abili a decodificare il profilo Facebook di un uomo per capire qualcosa di lui oltre quella patina di chissà cosa che probabilmente tenta (certo, non tutti) di costruirsi online. Un profilo dice tante cose, più di quante il suo proprietario credeva di voler far sapere. Facebook potremmo dire in qualche caso consente di mettere alla prova l’immagine che ci eravamo fatte di lui. Davvero? Vediamo come seguendo i consigli di YourTango.

Partiamo dalla foto. Un’immagine vale mille parole o giù di lì. Osservate la sua posa e soprattutto ciò che lo circonda. Usa una foto con la chitarra o con la divisa da calcetto? Ecco il primo indizio: o ha una passione ben radicata per la musica o il calcio oppure vuole comunicare di sé l’immagine più possibile corrispondente a quel che si crede possa piacere ad una donna. Anche la foto col proprio cane risponde a quest’esigenza, anche se inconscia.

Passiamo alle informazioni personali. Troppo lunghe? Il tizio probabilmente è pomposo e vuole mettersi in mostra oppure insicuro e vuole render noto a tutti quanto è bravo in quel che fa e sa fare. Probabilmente manca solo del senso della privacy, però, oppure le impostazioni avanzate non sa neanche cosa siano. Leggete con cura tutto quel che dice di sé, in ogni caso. Può tornare utile prima o poi.

Ora veniamo agli status. Aggiorna in continuazione? Forse ha troppo tempo libero oppure ritiene che al mondo possano interessare persino i minimi aliti di vento intorno a lui. Non sarà troppo pieno di sé? Ma non giudichiamo troppo in fretta. Di contro chi aggiorna una volta ogni mille anni probabilmente al contrario teme il giudizio altrui o più semplicemente non ha tempo da perdere con i giochetti online.

Più significativa della frequenza di aggiornamento risulta invece il contenuto dello status. Se il tipo non sembra far altro che giocare a Farmville o altri giochi simili che sono diventati in molti casi davvero delle ossessioni forse è il caso di lasciar proprio perdere, a meno che non condividiate la stessa passione. Chi si rifugia per ore e ore in mondi virtuali non è esattamente il tipo d’uomo che vorreste avere accanto, no?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail