La reputazione delle donne in rete

Estensioni domini

Con l'avvento del web e di Sex and the city le donne sembrano aver ritrovato la voglia di parlare o, dipende dai punti di vista, di scimmiottare Carrie e il suo diario. Proliferano blog e siti in cui le ragazze, ma anche le signore un po' mature conversano di sesso, sessualità, rapporti di coppia.

A volte però ci dimentichiamo di abitare in Italia e non negli States. Un'Italia fatta di paesini e paesotti. Un'Italia in cui (ancora? Sì, ancora!) certe cose si dicono ma non si fanno oppure, nel caso dei blog, si pensano ma non si raccontano. Così capita, a me capita, di essere guardata con molta perplessità per via di certi miei post, alcuni anche su di un sito personale.

Le persone sembrano chiedersi: questa donna che ho di fronte, moglie, madre, è la stessa che scrive quella roba? Allora come stanno le cose? E' meno seria di quanto pensassi? La mia domanda naturalmente è: perché è così difficile credere che una donna possa parlare di sesso ed essere contemporaneamente una persona seria?

Allora, care Pinkies, oggi ho due domande per voi. Alle bloggers chiedo: capita anche a voi di essere giudicate per quello che scrivete? Alle lettrici chiedo: un post può modificare l'opinione che avete di chi lo ha scritto?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail