Teresa Mattei è morta, addio alla madre della Repubblica che scelse la mimosa per l'8 marzo

Teresa Mattei

Teresa Mattei si è spenta all'età di 92 anni. Era stata una delle donne fondatrici della nostra Repubblica, l'ultima costituente donna ancora in vita. Fu lei a scegliere proprio il fiore della mimosa come simbolo della Festa della Donna: si è spenta una grande donna italiana, che ha sempre lottato per i diritti delle donne e dei bambini.

Teresa Mattei si è spenta a Lari, in provincia di Pisa. Soprannominata Teresita, era l'ultima donna in vita tra quelle che avevano partecipato all'Assemblea Costituente per poter fondare la nostra Repubblica, come la conosciamo adesso. Classe 1921, laureata in filosofia a Firenze, aveva lottato in guerra come partigiana, con il nome di battaglia Partigiana Chicchi ed è stata una grande protagonista della Resistenza, della liberazione italiana e della creazione del nostro stato moderno.

Teresa Mattei era stata la più giovane candidata del Pci all'Assemblea Costituente: tra le donne costituenti che hanno fondato la nostra Repubblica lei aveva svolto il ruolo di segretaria dell'ufficio di presidenza. La sua lotta per i diritti delle donne e dei minori ha continuato fino all'ultimo respiro.

Teresa Mattei

Francesco Nocchi, segretario provinciale del Pd, la ricorda con queste parole:

Ci lascia una delle ultime testimoni della grande stagione dell'antifascismo, della resistenza e della Costituzione repubblicana e, cosa ancora più significativa, un'alta rappresentante di quella generazione di donne che per la prima volta portò nelle istituzioni il punto di vista femminile, superando un'antichissima discriminazione. Teresa Mattei è rimasta a lungo, anche negli successivi all'esperienza in Assemblea Costituente, una voce importante, spesso scomoda e critica, ma il suo ruolo è stato anche per questo indispensabile e dobbiamo considerarci impegnati a far vivere nella nostra azione politica i valori profondi della sua eredità.

Se ne va un piccolo grande pezzo di storia della nostra Repubblica, un grande donna dalla quale tutte dovremmo imparare molto!

Via | Polisblog

Foto | Pensieri democratici

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: