Gravidanza virtuale per uomini: così capite com'è

Ci sono cose di noi donne che un uomo non potrà mai capire. Tra queste ci sono le nostre lune improvvise, i dolori mestruali, la capacità di fare cento cose contemporaneamente, la necessità fisica di possedere l’ennesimo paio di scarpe. La lista è lunga, ma tra le molte voci spicca senza dubbio la gravidanza. Perché gli uomini si facciano una vaga idea di cosa significhi avere le nausee ogni mattina, camminare con una zavorra, avere un peso sullo stomaco che non è affatto metaforico è stato ideato un sistema che simula alcune delle sensazioni di una gravidanza.

Naturalmente noi sappiamo che aspettare un bambino non si riduce alle mere sensazioni fisiche, alcune delle quali non fastidiose ma magnifiche e sorprendenti, nel vedere il nostro corpo cambiare per ospitare una nuova vita, nel sentirla crescere e muoversi dentro di noi. Ma la scienza non è ancora arrivata fin lì. I futuri papà curiosi di capire possono appena assaggiare la sensazione puramente fisica di un pallone pieno d’acqua che risponde agli stimoli e si espande e si contrae, dando una realistica anche se approssimata idea di come sia la gravidanza al nono mese.

Peccato che manchi la simulazione di tutti i nove mesi precedenti. In due minuti che si capirà mai? Ci sono cose di noi donne che un uomo non potrà mai capire, si diceva. La gravidanza, a dispetto delle diavolerie tecnologiche, è destinata a rimanere tra queste.

Via | TheFrisky

  • shares
  • Mail