Il Botox aumenta l'insensibilità emotiva

botoxSi è visto che le persone che fanno uso di Botox in molti casi dopo un po' iniziano ad apparire troppo irrigidite e sul loro viso perfettamente liscio spesso non compaiono più le naturali espressioni facciali che rendono così interessante l'essere umano. Pare però che l'effetto paralizzante di questo rimedio contro le rughe non si limiti ai muscoli della faccia ma che possa avere conseguenze anche sulle relazioni con gli altri.

Un nuovo studio infatti suggerisce che le iniezioni di Botox possono avere un effetto negativo sul livello di sensibilità della persona che ne fa uso, in quanto influiscono sull'abilità di empatizzare con gli altri e di esprimere le proprie emozioni.

Due ricercatori hanno condotto un test su due gruppi di donne: al primo gruppo è stato amministrato del Botox, mentre al secondo, del Restylane, una sostanza che non paralizza i movimenti del viso. Tutte sono poi state sottoposte ad un test - simile al Reading the Mind in the Eyes Test - nel quale sono state mostrate delle foto che illustravano solo il primo piano degli occhi di alcune persone, chiedendo poi alle partecipanti di associarle a degli stati emotivi.

Il risultato ha confermato che le donne a cui era stato iniettato il Botox hanno avuto più problemi a decodificare le espressioni facciali riprodotte nelle foto dimostrando quindi una maggiore inabilità a cogliere le emozioni degli altri.

Inoltre è emerso che quando noi parliamo con un'altra persona, le nostre espressioni del viso tendono ad imitarsi a vicenda perchè questo favorisce nella nostra mente la comprensione dello stato d'animo dell'interlocutore. Con l'uso di Botox invece questo processo viene interrotto perchè non è più possibile compiere alcuni movimenti - come per esempio corrugare la fronte - che conferma il potenziale danno che l'uso di Botox può arrecare ai rapporti umani.

Via | Sexcerpt

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail