Puntate sulla schiena

Il focus si è spostato lentamente dal décolleté alla pancia, poi alle gambe, infine alla schiena. E qui sembra intenzionato a rimanere.
Meno scontata di un davanzale in bella mostra, meno adolescenziale dell’ombelico in vista, meno impegnativa di un paio di gambe da curare con cerette varie. La schiena diventa protagonista di seduzione.

Non che possa essere meno curata di gambe perfettamente depilate, idratate e abbronzate o di un bel pancino liscio e piatto, anzi. Deve essere impeccabile perché possa svolgere al meglio il compito di attirare sguardi focosi e far cadere ai nostri piedi, pardon alle nostre spalle, schiere di ammiratori.

Basta poco, tuttavia, per sfoggiare una schiena da urlo senza urlare di dolore (mi riferisco alla ceretta necessaria per ottenere un risultato simile sulle gambe, ovviamente). Un buon gommage periodico per levigare e rendere la pelle più luminosa e una generosa dose di crema idratante. Volendo esagerare si può aggiungere un tocco di crema colorata per affinare la grana della pelle e rendere il colorito più omogeneo. Ma basta anche un tocco di illuminante o un velo di terra (sì, quella per il viso).

Brufoletti? Guerra aperta ma guai a chi li strizza! Rimangono le macchie. Meglio un po’ di correttore ben picchiettato con le dita. Oppure la maschera purificante che utilizzate di solito per il viso.
Se c’è l’aiuto di una mamma alleata, di un’amica a portata di mano o di un fidanzato/marito che si presta volentieri alle vostre pratiche di bellezza, meglio. Fare contorsionismo allo specchio se non siete appassionate di yoga potrebbe essere poco divertente (per le vostre articolazioni).

Adesso tirate fuori il vostro abito dalla scollatura mozzafiato. No, l’altro, quello con la schiena scoperta. E sfoggiatelo orgogliosamente.
Altri consigli utili qui.

  • shares
  • Mail