I manichini di Gap sono troppo magri

manichini gap

Scheletri, ridicoli, privi di qualunque attrattiva: sono solo alcuni degli aggettivi utilizzati dai partecipanti alla discussione pubblica a proposito delle fotografie scattate alle vetrine di alcuni negozi del marchio Gap tra Londra e gli Stati Uniti. Se a prima vista potrebbe apparire un effetto ottico dato dalla posizione del manichino e dal capo nero e aderente che indossa, basta guardare meglio, notando un’altra angolazione e un altro look, per capire che questi manichini sono effettivamente molto, ma molto magri. Scheletrici, proprio.

La vicenda non manca di suscitare le accese polemiche di chi sostiene che la responsabilità della moda nei confronti dei problemi di peso di una larga fascia di ragazze dovrebbe essere tenuta in maggiore considerazione da stilisti e marchi di abbigliamento. Al di là del messaggio che comunica la scelta di un simile manichino, tuttavia, c’è anche un aspetto più propriamente pratico: gli abiti su gambe tanto magre, benché finte, cadono in maniera decisamente diversa da come poi risultano su un corpo più tornito e pieno. Cosa che causa una doppia reazione: o non ci viene neppur voglia di entrare a vedere cosa offre il negozio, per la mancanza di qualunque attrattiva comunicata dalle vetrine, o di contro ci sentiamo puntualmente inadeguate e troppo grasse di fronte allo specchio, assumendo il manichino come il modello ideale. Davvero estremo. Che ne pensate?

Via | MakeHerUp

  • shares
  • Mail