Donne da guinness: Helen Thayer, l'eroica esploratrice

Donne da guinness: Helen Thayer, l'eroica esploratrice Se non esistessero esempi di donne del genere bisognerebbe inventarli. Helen Thayer è un' esploratrice nata in Nuova Zelanda.

Fin qui tutto nella norma se non che è stata la prima donna (e il primo americano) che, nel 1988 all'età di 50 anni, ha raggiunto in solitaria il Polo Nord magnetico (attualmente localizzato nel Canada settentrionale) accompagnata solamente dal cane Charlie. Helen ha tirato per 27 giorni e per chilometri la propria slitta senza aiuti esterni di alcun genere.

L' "anziana" Indiana Jones ha messo da parte i pensieri per lo scorrere dell'età ed è diventata un modello per tante donne, per il coraggio e la determinazione mostrata in un campo appannaggio degli uomini. Helen Thayer, anche fotografa e scrittrice, ha deciso di trascorrere l'età in cui si cercano passatempi più tranquilli, per avventurarsi in imprese straordinarie prendendo la vita di petto.

A 50 anni, in un'età in cui teme di avere meno energie rispetto a un tempo, la Thayer ha fatto un'escursione al Polo Nord. A quell'età chi ha voglia di organizzare una slitta e sciare di continuo trascinando per chilometri e chilometri una pesante slitta? Nel suo bestseller "Polar Dream" racconta la storia della sua mitica avventura in compagnia del fedele cane Charlie, quando hanno affrontato gli orsi polari, il freddo incredibile e una tempesta che ha distrutto la maggior parte del cibo e dei rifornimenti.

Dopo l’avventura raccontata in "Polar Dream" si pensava ad un suo abbandono. E invece no. Nel 1995 a 57 anni Helen percorre 4000 miglia nel deserto del Sahara, uno dei più impervi del mondo. Ma aveva ancora un'altra sfida da portare a termine: l'Antartide. Così nel 1997, ha fatto una passeggiata di 625 miglia da sola al Polo Sud. E lì che ha festeggiato i sessantanni, un compleanno indimenticabile.

  • shares
  • Mail