Gli uomini nelle pubblicità

Per dirla in poche parole, secondo Lorella Zanardo tutti i discorsi sulla strumentalizzazione del corpo maschile sono fuffa. In realtà le donne non vivono mai il corpo maschile come un oggetto, neanche se si tratta del corpo statuario di un modello che se ne sta sdraiato a gambe aperte su di una roccia.

Il pubblico a cui quello spot è dedicato sarebbe infatti un pubblico gay. Se date un'occhiata a diversi post dei nostri cugini di Queerblog, il discorso vi sembrerà più che plausibile.

Nota la Zanardo in un'intervista rilasciata a Lettera43:

Il tipo di seduttore che piace a una donna non è certo uno con le gambe spalancate e il pacco in vista, ma qualcosa di più erotico, meno esplicito.

Sarà. Anzi, per me è sicuramente così: l'immaginario erotico femminile si nutre di ben altri stimoli. E' pur vero che conosco tante donne che troverebbero alcune foto pubblicitarie altamente erotizzanti e non dimenticherò mai un forum in cui una donna di una certa età parlava di bei ragazzi giovani come di carne fresca. Voi che ne pensate?

  • shares
  • Mail