Lingerie vintage: la indossereste?

lingerie vintageIl vintage ha conosciuto negli ultimi anni una immensa diffusione che ha spezzato le barriere entro cui prima era confinato, accarezzato amorevolmente solo dagli appassionati. Oggi si fa presto a dire vintage anche quando si tratta solo di roba vecchia, confondendo le caratteristiche di un oggetto di design che ha un suo valore estetico prima che monetario con quelle di una cosa solo datata. Per qualcuno invece vintage e roba vecchia coincidono a prescindere da considerazioni specifiche, semplicemente perché non apprezzano l’idea di indossare qualcosa di usato. Altri acquistano il vintage per venerarlo, custodendolo in un armadio senza metterlo mai per precisa scelta.

Posto che le preferenze rimangono personali, quali sono i capi vintage che indossereste o indossate volentieri e quali, se ce ne sono, non prendereste mai in considerazione? L’idea del sondaggio mi è venuta in mente chiacchierando con la titolare di un negozio specializzato che mi raccontava la sua clientela. Pare ci sia chi non acquista altro che borse e non considera nemmeno le scarpe; chi invece fa man bassa di abiti ma poi non li indossa; chi, infine, non si fa troppi problemi.

Tutti, però, evitano la lingerie. Immaginare il perché non è difficile eppure il fascino di una guepiere di seta steccata o di una camicia da notte ricamata impalpabile e piena di storie da raccontare è innegabile. Ammiccavano da un armadietto con le ante a vetri mentre girellavo per il negozio ascoltando la loro provenienza. No, neanche io l’indosserei, credo. E voi?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail