Le cause del dolore al seno sinistro e quando preoccuparsi


Percepire un dolore al seno più o meno intenso è un fenomeno noto a tutte le donne, determinato dalla cause più svariate e in genere assolutamente benigne e occasionali. Qualche volta questo tipico dolorino può, però, interessare solo il seno sinistro, ed in questo caso, quale potrebbe esserne l'origine?

Il primo pensiero, al di là delle "solite" problematiche legate alla fisiologia del seno nel suo complesso, va naturalmente al cuore. Ma davvero una cardiopatia, un principio di infarto, una angina o altre patologie a carico dell'apparato cardiovascolare possono essere segnalate da un dolore al seno sinistro? E quali sono le altre possibili cause? Facciamo un po' di chiarezza.

Il seno femminile è una parte del corpo molto complessa, affascinante non solo dal punto di vista estetico, ma soprattutto per la funzione biologica per cui è programmato. Nel corso della vita di una donna esso subisce una serie di modifiche strutturali dovute all'azione degli ormoni, prima durante la pubertà, poi mensilmente durante le mestruazioni, e soprattutto in fase di gravidanza, quando si prepara a diventare veicolo di nutrimento per il neonato. Ghiandole, tessuto muscolare, vasi sanguigni, dotti galattogeni, depositi di grasso, sono tutti elementi presenti sotto la delicata cute del nostro seno, ma ancora più al di sotto, naturalmente, c'è la gabbia toracica che racchiude il cuore e i polmoni, e c'è l'epigastrio, ovvero l'imbocco dello stomaco.

Organi che possono avere dei problemi, segnalati da un dolore, da una sensazione di fastidio o di bruciore che può irradiarsi verso la schiena o verso l'area del seno sinistro. Come si riconoscono e si distinguono dal dolore che interessa il seno vero e proprio, e che a sua volta ha origini molto diverse? Una patologia cardiaca e coronarica, può manifestarsi con un bruciore al seno sinistro interno, quindi non legata al tessuto mammario, e in genere si irradia anche al braccio sinistro. Un fastidio di questo genere che si manifesti insistentemente, anche qualora non sia molto forte, andrebbe subito indagato. Una visita cardiologica, in questi casi, è d'obbligo. Attenzione che anche una eventuale problematica a carico di stomaco o di esofago : ernia iatale, reflusso gastroesofageo e gastrite sono i disturbi più comuni, manifestati da un bruciore che interessa tutta l'area compresa da le scapole (dietro la schiena), la zona alta dell'addome e specificamente il quadrante sinistro.

Altra causa possibile del dolore al seno sinistro può essere, durante l'allattamento, una mastite, oppure la formazione di un ascesso sotto il capezzolo. In caso di trauma, come un colpo, ad esempio, sottopelle si può formare un ematoma che diventa dolente, e qualunque tipo di intervento che sia stato eseguito su un seno può poi determinare dolore. ricordiamo che si tratta di un'area riccamente vascolarizzata e quindi molto sensibile e delicata. Infine, un linfonodo ascellare ingrossato può causare dolore e anche in questo caso una visita senologica è caldamente consigliata. Senza preoccuparsi troppo, quindi, per salvaguardare la salute dei nostri seni, destro e sinistro, ricordiamo di sottoporci ai controlli di screening, come la mammografia, e parlare con il nostro medico ogniqualvolta notiamo delle anomalie che ci fanno impensierire.

Foto| di afunkydamsel per Flickr

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail