Innamorata del tuo migliore amico? Scopri come gestire la situazione

C'è chi crede nel colpo di fulmine e c'è chi crede nell'amore che cresce con la conoscenza e con il tempo. In quest'ultimo caso rientra anche chi inizia a provare un sentimento forte per il proprio migliore amico, una sensazione che cresce man mano che si vivono delle esperienze insieme e ci si accorge di volere qualcosa di più dell'amicizia. Tuttavia, uscire dalla cosiddetta "friend zone" non è semplice, in quanto non è detto che l'altra persona voglia fare altrettanto. E dunque, vediamo step by step come gestire la situazione per evitare danni irreparabili.


  • Primo passo: fare chiarezza di ciò che proviamo - È facile dire amore, soprattutto quando si è molto giovani, ma di fatto quello che può sembrare un sentimento travolgente spesso è solo una cotta passeggera. Ad alimentare la confusione è il tanto tempo che si passa insieme al migliore amico, un'arma a doppio taglio che da una parte ci fa stare benissimo ma dall'altra può farci sentire già come una coppia datata. Una coppia a cui, tuttavia, manca l'intimità, l'unico tassello che manca al quadro idilliaco. Cerchiamo quindi di capire quanto il trasporto per l'altro sia attrazione o reale desiderio di fare coppia fissa, magari anche prendendoci un po' di pausa dalle uscite insieme. Anche la mancanza serve a capire meglio ciò che proviamo.


  • Secondo passo: sondare il terreno - Posto che siamo davvero certe di essere innamorate, è essenziale che lo sia pure lui se vogliamo costruire qualcosa insieme. Anche se la voglia di urlargli tutto in faccia è spesso irresistibile, questa è anche l'ultima spiaggia da percorrere, in quanto equivale al metterlo alle strette. E se non ricambia? È un modo sicuro per perdere la sua amicizia. Proviamo invece a sondare per un po' il terreno, provocando qualche reazione che ci faccia capire se c'è interesse nei nostri riguardi. Il modo più classico è parlare di un altro ragazzo (vero o presunto) e vedere come si comporta: fratello maggiore protettivo, fanatico del laissez faire o Otello geloso? Prendiamo appunti e rincariamo la dose nei giorni seguenti.

  • Terzo passo: farlo scoprire - A volte i ragazzi sono piuttosto "elementari" come modi di fare e vanno alla ricerca della ragazza giusta guardando lontano anziché attorno. Così facendo non si rendono conto di lasciarsi sfuggire l'occasione di una storia bella con la propria amica, colei che c'è sempre e rappresenta il porto sicuro. Per farlo scoprire e mostrare il suo lato più sentimentale è giusto negarsi ogni tanto. Non lasciamo che dia per scontato che saremo sempre ai suoi piedi per supportarlo o consolarlo, facciamoci un po' desiderare. Questo lo costringerà a fare i conti con il senso di mancanza e con la paura di perderci. Magari si renderà conto che è arrivato il momento di portare l'amicizia ad uno step successivo.

  • Quarto passo: vedere come reagisce al contatto fisico - Fra amici è normale abbracciarsi e darsi pacche sulla spalla, però resta sempre un rispettoso "limite di confidenza" che non fa andare oltre. E come reagirebbe se gli accarezzassimo il viso o la fronte o se guadando un film appoggiassimo la testa su di lui? Ovviamente non bisogna esagerare e andare gradualmente per vedere come si comporta, pronte a fare un passo indietro e a usare l'ironia per stemperare l'eventuale imbarazzo. Se istintivamente si ritrae o se, al contrario, dimostra apprezzamento per quelle attenzioni, ci farà capire a che livello si trova il nostro rapporto.

  • Quinto passo: la rivelazione - Se ci siamo fatte l'idea che anche lui contraccambia, è arrivato il momento di rivelare i nostri sentimenti. Con cautela però, perché potremmo spiazzarlo e spaventarlo (gli uomini sono come i gatti, hanno paura dei cambiamenti). Prepariamolo nei giorni precedenti lasciandogli intendere qualcosa e abituandolo all'idea di un'eventuale storia d'amore. Sarà importante verificare anche in questo caso le sue reazioni, in modo da trovare poi le parole giuste per comunicargli i nostri sentimenti. Se non ci sentiamo sicure rimandiamo il confronto finale, in questa fase è importante essere a nostro agio, perché anche l'immagine che diamo in un momento così importante determina il comportamento dell'altro.

In generale, se i suoi modi di fare nei nostri riguardi sono piuttosto "distaccati", perché magari ha intuito che qualcosa sta cambiando e non è pronto, forse rischiare di perdere o rovinare una bella amicizia potrebbe non valerne la pena. Facciamo i conti con i nostri sentimenti: se sono forti e lasciarli dentro fa solo male allora liberiamocene pure, ma sempre a patto di essere in grado di gestire le conseguenze.

Foto | da Flickr di DigitalArtBerlin

  • shares
  • Mail