Tradimento: lo avete confessato?

ombra di una coppia

Mi hanno regalato tre libri. Tutti parlano di tradimento. Un segno del destino? Lasciamo perdere. Parliamo invece del fatto che del tradimento si dicono solitamente due cose diametralmente opposte ovvero: che distrugge la coppia, che rafforza la coppia.

La distrugge perché nel momento in cui un'altra persona entra a far parte della nostra vita o di quella del nostro partner rompe un equilibrio che non potrà più essere ricostruito. La rafforza, perché costringe i due a mettere a fuoco i problemi e a lavorarci su o a ritrovare un pizzico di felicità e di amor proprio in un periodo difficile.

Un'unica certezza accomuna i sostenitori delle due teorie: non va mai confessato. Avete presente il motto: negare negare negare anche di fronte all'evidenza sempre negare? Certo, dovete essere molto convincenti nel farlo. Perché farlo però? Solo per non beccarsi la ramanzina, scenata , urlata ed un possibile piatto rotto in testa? No.

In realtà se il tradimento è stato occasionale non serve fare del male alla nostra metà, perché è questo che facciamo. Piuttosto dobbiamo essere onesti con noi stessi e capire il perché del nostro gesto, mettere a fuoco i problemi e contribuire a risolverli. Mi chiedo a questo punto se ci voglia più coraggio a confessare o a mantenere il segreto. Voi che ne pensate?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail