La mia migliore amica

Ritratto di due amiche

Da buona meridionale riesco a chiacchierare anche sulla poltrona del dentista, della dentista nel mio caso. Si parlava di amici e di quei rapporti eterni e romantici che coltiviamo con le amiche d'infanzia. Per quanto possiamo litigarci o pensare che non ci capiscano, sono sempre lì come e a volte meglio delle sorelle. Passano cinque, dieci, quindici, vent'anni, nel mio caso anche trenta e il rapporto resiste a qualsiasi scossone. Persino ai reciproci matrimoni.

Persino alle nuove amiche e colleghe virtuali che la rete ci permette di conoscere e incontrare ogni giorno. Mi ritengo fortunata perché nella mia vita ci sono tre persone così e anche in rete ho incontrato molte donne interessanti che mi stanno aiutando a crescere e ad allargare gli orizzonti.

Sembra che però al sud sia più facile costruire questo genere di rapporti. Non lo dico io. Me lo hanno raccontato i nativi del nord est. Mi hanno detto che più a nord vai e meno possibilità ci sono che i rapporti amicali divengano praticamente familiari. Per me è difficile comprendere come sia possibile. Quindi, Pinkies del centro, del sud, del nord e delle isole, raccontatemi: davvero ci sono queste differenze? Se sì, a cosa sono dovute?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail