Come pulire le cozze perfettamente

Pulire le cozze è indispensabile per poter preparare un piatto eccezionale. Se questi molluschi si cucinano molto velocemente, è anche vero che la pulizia richiede un po’ di tempo e di fatica. Prima di procedere nel tutorial una raccomandazione: le cozze possono essere conservate in frigo circa 48 prima di essere consumate, ma una volta pulite vanno mangiate subito< . Infine, non devono essere surgelate.


La prima cosa da fare per pulire le cozze è lavare bene i frutti di mare esternamente e selezionare quelle “buone”. Per farlo abbastanza velocemente mettete le conchiglie in uno scolapasta sotto l’acqua corrente ed eliminate quelle già aperte o rotte. Una volta rimosse le prime impurità, con un coltello raschiate i gusci o sfregate una cozza con l’altra, per rimuovere ciò che è rimasto attaccato alla conchiglia.

Con le mani eliminate la barba (il filamento che esce dal lato dritto ed è chiamato anche bisso), che deve proprio essere strappata. Può essere un po’ duretta, non abbiate esitazione. Ora rimettete sotto l’acqua le vostre cozze, lasciatele pure a mollo per almeno 15 minuti. Come vi sembrano? Se i gusci non sono ancora neri e belli lucidi, prendete una paglietta e strofinateli un pochino.

Le vostre cozze sono quasi pronte. L’ultima cosa che dovete fare, prima ovviamente di cucinarle e farle spurgare. In questo caso prendete una bella bacinella piena d’acqua, aggiungete due pugni di sale e lasciate a bagno i vostri militi. Ora potete buttarle in padella e preparare il piatto più gustoso del mondo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail