Cose da non dire mai a una donna single

single ladyQuando un’amica resta single ci sentiamo spesso in dovere di tirarle su il morale e qualche volta scivoliamo sulle parole e finiamo per dare fiato a luoghi comuni che non vorremmo mai sentirci dire in prima persona. Ci sono alcune considerazioni che sarebbe meglio tenersi per sé o su cui bisognerebbe porsi qualche domanda: se le single fossimo noi, che effetto ci farebbe sentirci dire certe cose? Quelle che ha selezionato TheStir, le cose da non dire mai ad una donna single.

Per esempio non vi scoccerebbe, con il cuore ancora sanguinante e la solitudine che morde come un cane rabbioso, sentirvi dire che è il momento giusto per pensare a voi stesse, lavorare su di voi, dedicarsi solo a sé? Nessuno ha voglia di dedicare a sé quel che preferirebbe dedicare alla persona che ama. È un buon consiglio, ma sarebbe meglio evitare di esprimerlo troppo presto.

È meglio evitare anche di dirle di piantarla di essere così difficile: gusti difficili, nessun uomo va bene; carattere difficile, chi la sopporta è bravo; e così via. Che siate espliciti o che ci andiate con i piedi di piombo suggerendo che qualcosa non va in lei se è rimasta sola mette a rischio la vostra vita o almeno l'amicizia, perché la fanciulla più pacata potrebbe e a ragion veduta andare su tutte le furie. Non è davvero il momento giusto.

Non sindacate neanche su come si veste, si trucca e si acconcia. La fragilità di un periodo complicato può esprimersi in molti modi, anche attraverso una certa aggressività nei confronti della vita, pur’anche solo estetica. Lo stesso vale per l’eccesso di complimenti per risollevarle l’autostima, che suonerebbero patetici. Meglio abbozzare oppure tacere. Da evitare anche dire che le invidiate la libertà. Non sarà sempre vero ma in molti casi sì: chi è solo vorrebbe spesso non esserlo e la vostra invidia potrebbe invitarvi a ficcarvela chissà dove.

Un’altra cosa davvero tremenda da dire in certi momenti è anche una delle più pronunciate frasi da consolazione: “è lui che ci perde”. Come no, ne siamo convinte tutte, ma in fondo in certi momenti chi se ne frega di chi perde e chi guadagna. Una donna appena mollata sa solo di aver perso quello che aveva e non ha più. Il silenzio è d’oro.

Non sembra una felice idea neanche iscrivere la vostra amica a siti di incontri, agenzie di mediazione amorosa o, con il più vecchio e privato metodo della ruffianeria, presentarle a ruota continua decine di amici, cugini, fratelli e colleghi single. Meglio non chiederle neanche se sappia quali siano i luoghi da frequentare per incontrare uomini oppure suggerirgliene qualcuno. Gli affaracci propri sono sempre l’occupazione più proficua.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail