Nuovi termini: sexting

textingAgli sms non affidiamo le nostre bugie, che abbiamo visto viaggiano più sicure e decise lungo il filo del telefono, ma qualche volta affidiamo loro qualche piccante conversazione privata, che al telefono, a voce, non osiamo fare. Si chiama sexting la pratica di mandarsi messaggi spinti dal contenuto sessuale.

La parola, lo vedete, deriva da una fusione fra i termini sex e texting, letteralmente sesso e mandarsi messaggi di testo. La notizia non sta tanto nella pratica, diffusa ma privatissima, di scambiarsi effusioni non proprio caste via sms quanto del riconoscimento del neologismo da parte dell’Oxford English Dictionary, autorevole dizionario della lingua inglese che nella sua nuova edizione ha accolto un gruppo di nuove parole, tra cui appunto sexting.

Adesso sapete come chiamare le cose col loro nome. Sempre che ve ne serviate e non preferiate invece dirle di presenza, certe cose. O farle senza troppe ciance.

Foto | Flickr

Via | Mirror

  • shares
  • Mail