Il matrimonio peggiora le condizioni di salute

Il matrimonio è la tomba dell’amore, affermano alcuni (tanti).
Poi c’è chi afferma che ha serie controindicazioni che affliggono lo stato di salute.
Se con qualche ironia possiamo arrivare a pensare ad alterazioni dello stato mentale e nervoso, ci chiediamo come possa intervenire, invece, sullo stato fisico.

In aiuto accorrono gli esperti della Fundación Gaspar Casal con risultati a dir poco sorprendenti.
Non è affatto vero che il matrimonio è vissuto negativamente dagli uomini. È l’esatto opposto. Sono le donne le vere vittime del flagello dei nostri tempi.
Secondo questo principio i componenti della società più sani dovrebbero essere le donne single e gli uomini sposati. Sarà per questo che fioriscono le corna, tra mariti infedeli e single (donne) impenitenti?

Insomma, pare che decenni di emancipazione femminile alla fine l’abbiano avuta vinta (almeno sulla carta) con la ratifica secondo cui le donne hanno tanto da perdere col matrimonio, a differenza degli uomini nei quali si riscontra un generale miglioramento psicofisico dovuta alla stabilità e alle sicurezze che una cara mogliettina garantisce.

La mogliettina, invece, costretta a ridimensionare i propri spazi, trovare il tempo per fare il doppio delle cose e rinunciare a parte della propria sfera sociale, sembra soccombere sotto gli impietosi colpi di quello che una volta era considerato il sogno di ogni ragazza e che oggi è un attentato alla salute, pare.

Influiscono sulla ricerca variabili quali livello d’istruzione, stabilità lavorativa, posizione sociale. Ma è il punto focale che ci fa riflettere. Pensare che noi ragazze d’altri tempi eravamo convinte che il matrimonio (o più in generale il vincolo d’amore) fosse l’apoteosi della realizzazione personale ed emotiva.
La domanda affiora spontanea: ma chi ce lo fa fare?

Via | FashionChica

  • shares
  • Mail