Dalla Cina vestiti alla formaldeide

La segnalazione arriva dai verdi amici di Ecoblog, e visto che qui su Pink parliamo spesso di vestiti, shopping, consigli di economia domestica, meglio ribadire il concetto anche per le nostre lettrici.

Se vi è capitato di acquistare abiti al mercatino cinese, o in negozi di abbigliamento che sapete importano vestiti dalla Cina allora lavate bene gli indumenti e fateli ventilare bene prima di indossarli, è la raccomandazione dell'Aduc per eliminare presunte tracce di formaldeide.

Secondo un'indagine della tv neozelandese, nei vestiti prodotti in Cina è stata riscontrata la presenza di formaldeide (sostanza cancerogena) 900 volte superiore a quanto consentito dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

L'Aduc ha scritto una lettera ai Ministri della Salute, Livia Turco e dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani per saper se anche in Italia siano state fatte analisi dei tessuti provenienti dalla Cina e quali siano i risultati. Nel frattempo però, senza creare allarmismo, meglio un bucato in più che uno in meno.

Via | Ecoblog

  • shares
  • Mail