Capogiri nel sonno o al risveglio: le cause e le cure migliori

Testa che gira e vertigini, sono quei capogiri che possono insorgere al mattino, appena sveglie, o durante il sonno. Vediamo le cause e le cure possibili


Vi è mai capitato di girarvi nel letto, durante il sonno, e accorgervi che tutto vi gira? O di alzarvi con i capogiri? Non è strano che episodi isolati di giramenti di testa ci affliggano, perché sono davvero tantissime la cause che possono provocare capogiri, di solito benigne e transitorie.

Ad esempio, chi soffre di pressione bassa - e sono soprattutto le donne ad avere questo problema - sperimenta spesso questo senso di debolezza e la testa che gira non appena prova ad alzarsi dal letto al mattino. Per non parlare del classico attacco di artrosi cervicale, che può colpire anche persone di giovane età. Vediamo, però, tutte le possibili cause dei capogiri notturni e mattutini, e come possiamo porvi rimedio.


Innanzi tutto dobbiamo fare una piccola precisazione, ovvero distinguere i veri capogiri (che in genere sono improvvisi e benigni), dalle vertigini, che, invece, sono nel 95% il sintomo di una patologia che interessi l'orecchio interno. Vediamo come riconoscere un capogiro:


  • Si avverte uno stato di confusione
  • Perdita dell'equilibrio e sbandamento
  • Sensazione che tutto "giri intorno a noi"
  • Nausea (lieve)
  • Sudorazione fredda
  • Tremori e senso di mancamento (come si stesse per svenire)

Vi ci riconoscete? Sovente questo malessere ci assale proprio quando ci stiamo alzando dal letto al mattino, oppure quando ci rigiriamo tra le lenzuola durante la notte. Va detto che anche nel buio più pesto siamo in grado di percepire "la stanza che gira". Quali possono essere le cause? Vediamo le più comuni:


  • Cambio repentino di posizione che fa precipitare all'improvviso la pressione sanguigna (come, ad esempio, quando ci solleviamo di scatto dal letto al trillo della sveglia)


  • Calo glicemico improvviso, molto frequente al mattino, perché siamo a digiuno. Un caso a parte è il calo glicemico di chi soffra di diabete, da integrare subito con una piccola assunzione di zuccheri. Anche chi segua una dieta rigida ipocalorica può sperimentare capogiri al mattino, sintomo di debolezza fisica
  • Carenza di ferro che provoca anemia, da qui, a digiuno, senso di mancamento, sudori freddi, capogiri
  • Sintomi di gravidanza, soprattutto se il capogiro del mattino è associato a nausea a digiuno


  • Artrosi cervicale. E' la causa più comune dei giramenti di testa notturni, perché l'attacco viene scatenato da movimenti rapidi del collo, come quando ci si gira più volte nel letto cercando una posizione più comoda
  • Emicrania, cefalea e sinusite

Come si curano i capogiri? In realtà, dipende da cosa sono originati. Se il problema è una certa debolezza dell'organismo dovuta a ipoglicemia, pressione bassa, anemia da carenza di ferro o diete troppo rigide, basterà aspettare un pochino stando fermi e poi assumere piccole quantità di zuccheri o anche il classico caffè. Se soffriamo di artrosi cervicale dovremo agire preventivamente cercando di migliorare la circolazione dell'area cervicale con esercizi di stretching mirati, in modo che gli episodi di capogiro si riducano nel tempo.

Se soffriamo di mal di testa e di cefalea dovremo rivolgerci al medico per stabilire come trattare il disturbo. In linea generale, dobbiamo sempre cercare di evitare di cambiare posizione - a letto o quando ci alziamo -bruscamente, perché dobbiamo dare il tempo al nostro corpo di "riassestarsi" in modo da non far crollare la pressione. Cerchiamo anche di non coricarci troppo tardi e di rendere quanto più confortevole possibile il nostro letto, scegliendo cuscini e materassi ergonomici. In questo modo avremo meno problemi a "trovare la posizione giusta" e il nostro corpo riposerà in stato di relax. Qualora, però, i capogiri dovessero ripetersi troppo di frequente, meglio parlarne con il nostro medico.

Foto| di senscience per Flickr

  • shares
  • Mail