Le origini della Festa della mamma e perché si festeggia

La Festa della mamma si festeggia la seconda domenica di maggio e i bambini non sono nella pelle all'idea di fare festa con la donna più importante della loro vita. Ma da dove nasce la ricorrenza?

festa-della-mamma-origini

E' primavera e la Festa della mamma è alle porte. I bambini, ma i figli di ogni età, fanno festa con la donna fondamentale della loro vita. L'impegno di una mamma è gravoso ma anche una "professione" che dà tante soddisfazioni, anche se i piccoli a volte ne approfittano. Per fortuna in occasione della Festa si accantona ogni tafferuglio o inquietudine, si sorride e festeggia.

Ma perchè si festeggia? Le origini risalgono alle divinità femminili adorate dai Greci e dai Romani. In particolare ci si riferisce ai primi tributi alle madri e alla fertilità. Per Rea, sposa di Crono e madre di molte divinità della mitologia greca, e per Cibele, venerata come Grande Madre presso gli Antichi Romani.

Ma l'odierna celebrazione civile non è legata alla festa pagana. In Italia la festa della mamma viene festeggiata per la prima volta nel 1957 da don Otello Migliosi, un sacerdote di Assisi. Successivamente la festa è entrata a far parte del calendario italiano, e oggi si celebra in quarantasei paesi anche se in date diverse. In Italia, come megli Stati Uniti, viene celebrata la seconda domenica di maggio.

Per l'occasione è tradizione regalare dei fiori, in particolare delle rose, e i bambini preparano bigliettini e poesie da recitare in famiglia di fronte alla tavola apparecchiata per rallegrare mamma e nonna, ma le idee originali per rendere felice la mamma sono tante.

  • shares
  • Mail