Le controindicazioni della radiofrequenza e i vantaggi del trattamento

Si effettua nei centri specializzati ed è un toccasana per contrastare l'invecchiamento della pelle. La radiofrequenza è uno dei trattamenti estetici più efficaci per viso e corpo.

La radiofrequenza è uno dei trattamenti estetici più all'avanguardia per trattare le rughe e le imperfezioni della pelle, come i segni lasciati dall'acne. È un trattamento che viene fatto nei centri specializzati da medici e dermatologi estetici e consiste in sedute in cui si utilizzano dei manipoli, detti punte, che scaricano energia elettrica sottocute sotto forma di calore che determina una trasformazione del collagene.

Non essendo un trattamento invasivo né doloroso può essere fatto in un ambulatorio medico; inoltre non prevede uso di aghi o di farmaci da iniettare e non lascia segni indesiderati sulla pelle, motivo per cui viene chiamato "lifting della pausa pranzo": una seduta dura all'incirca mezz'ora e non lascia alcuna traccia. L'unico effetto collaterale immediato può essere quello di un lieve arrossamento della zona trattata, simile a quello lasciato da una pulizia viso fatta in un centro estetico.

La radiofrequenza si può applicare a molte zone del viso e del corpo quali il contorno occhi, i solchi naso-genieni, gli zigomi, la fronte, il collo, le braccia, l'interno e l'esterno coscia, i glutei, l'addome. È un toccasana anche per migliorare l'aspetto dell'epidermide e renderla più tonica: in altre parole, dona un effetto lifting senza l'utilizzo del bisturi. Ma non solo: è efficace anche per gli inestetismi della cellulite, aiuta a drenare, migliora la circolazione linfatica e va a colpire gli accumuli di grasso.

  • shares
  • Mail