Miss Lego: i pupazzetti di plastica anche al femminile

Lego Friends

Una volta i Lego erano per maschietti e femminucce cui poco importasse la completa assenza del rosa e di qualcosa che fosse esplicitamente dedicato al mondo femminile. Alle bambine restavano le Barbie e i bambolotti e i kit per stirare, cucinare, pulire e fare la spesa. A ciascuno il proprio gioco.

Oggi arriva una novità: nei giorni scorsi infatti la Lego ha deciso di abbattere le barriere e creare una linea tutta pink, con personaggi solo femminili, rosa a profusione, un mondo in miniatura che mette per un momento da parte castelli e velieri, cavalieri e pirati, pompieri e città a misura d’uomo, anzi di ometto di plastica.

Un po’ Lego e un po’ Polly Pocket, fino a qui non se n’era sentita l’esigenza ma si sa che quando un bisogno latente e inconsapevole viene portato alla luce diventa poi irrinunciabile desiderio. Forse siamo un po’ cresciutelle per giocare ancora con certi giocattoli, ma per qualcuno è un passo avanti notevole. E, aggiungono i neuroscienziati dietro il progetto, utile per lo sviluppo delle bambine.

Non sarà l’ennesimo tentativo di instradare le più piccole verso le mansioni tradizionalmente affibbiate loro in una società ormai anacronistica o, peggio, l’ennesima "velinizzazione"? Inevitabile farsi scappare il dubbio, ma basta un’occhiata alla gallery per accorgersi che non è necessariamente così. Perché accanto alla fanciulla che sforna torte a volontà c’è anche l’abile ingegnere, insieme alla cantante di successo c'è la stilista di grido.

Via | TheHairpin

Lego Friends
Lego Friends


Lego Friends
Lego Friends
Lego Friends
Lego Friends

  • shares
  • Mail