'Accettarsi è un atto rivoluzionario'