Genitori

I genitori sono le persone che si prendono cura dei figli. Possono essere genitori biologici, cioè coloro che effettivamente danno la vita, ma possono anche essere i genitori adottivi, quelli che si prendono cura del piccolo, nutrendolo, facendolo crescere ed educandolo. Esiste poi un altro ruolo di genitore, quello di un parente o di un tutore che, i assenza del padre o della madre legittimi, si prende cura dei figli.

Genitori biologici e genitori adottivi hanno dal punto legislativo gli stessi diritti e doveri nei confronti dei figli e dal punto di vista umano e affettivo sono considerati alla stessa stregua.

I genitori rimangono tali anche dopo un eventuale fine del rapporto tra il padre e la madre, come riconosciuto dalla legge italiana: si rimane genitori anche dopo un divorzio, con uguali diritti e doveri, a meno che il giudice, per problemi legali o per altre motivazioni, non disponga diversamente. Essere genitori, infatti, non è un compito che termina con la fine del matrimonio o della convivenza.

La legge italiana tutela proprio i diritti dei figli, permettendo ad entrambi i genitori di prendersi cura di loro, nonostante non vivano più sotto lo stesso tetto. Compito di un padre o di un madre, infatti, è quello di prendersi cura e di crescere sempre il proprio bambino, anteponendo i diritti dei minori che in passato non erano tutelati a dovere dalla legislatura.

Essere genitori, in fondo, vuol dire proprio questo: assumersi la responsabilità di educare i propri figli. Un ruolo e una figura fondamentali nella crescita di ogni individuo, un ruolo per il quale non è previsto nessun tipo di istruzione: non si nasce genitori, non si impara a diventarlo, ma lo si apprende con la pratica, con tutte le decisioni prese e anche con gli errori che inevitabilmente si possono commettere.