Gravidanza

La gravidanza è senza dubbio una delle esperienze più “forti”, sia dal punto di vista emotivo che fisico, che una donna possa avere la possibilità di sperimentare. Fin dal concepimento, infatti, il corpo femminile comincia a trasformarsi per diventare un “nido” accogliente, adatto a far crescere al suo interno una nuova vita, un nuovo essere umano distinto e separato. Quanto dura una gravidanza? Nove mesi – pari a 40 settimane – è il tempo ottimale, anche se, in determinate circostanze, può prolungarsi un pochino oltre questo limite o, più facilmente, interrompersi prima. I parti prematuri sono in aumento, sia per motivi legati allo stile di vita della mamma, che alla sua età.

Le statistiche ci informano, infatti, che l’età del primo figlio è, in media, di 32 anni per le donne italiane, la più alta in Europa. Questo spiega per quale motivo sono in forte aumento anche i “figli della provetta”, i bimbi che vengono concepiti grazie alle tecniche di fecondazione assistita regolate, nel nostro Paese, dalla tanto contestata Legge 40, che, tra le altre cose, stabilisce come “fuori legge” la fecondazione eterologa, concessa in quasi tutti gli altri Paesi.

Se è vero che dopo i 30 anni la fertilità femminile diminuisce progressivamente, è altrettanto vero che un figlio a 40 anni è un’esperienza bellissima, soprattutto quando si è aspettato tanto per arrivarci. La maturità e una condizione economica e sentimentale più stabile, rendono una donna più consapevole di ciò che sta vivendo, e anche più pronta ad accogliere il proprio bimbo.

Dal punto di vista fisico, ritrovarsi incinta è, per ogni donna, più o meno giovane, un’emozione indescrivibile. Tra i primi sintomi di gravidanza si annoverano anche disturbi un po’ fastidiosi tra cui la classica nausea mattutina (che in genere si interrompe dopo il primo trimestre), stanchezza e sonnolenza, ritenzione idrica e disturbi digestivi, tensione e gonfiore del seno, che intorno al quinto mese comincia a secernere un liquido sieroso, precursore del latte, chiamato colostro.

Con il procedere della gestazione, però, la debolezza scompare, per essere sostituita da una sensazione di benessere, soprattutto se la futura mamma si mantiene in forma con un po’ di attività fisica leggera (indicata anche per evitare un eccessivo aumento ponderale) e si alimenta in modo corretto. Durante tutta la dolce attesa, poi, è molto importante sottoporsi ad esami che hanno lo scopo di monitorare lo sviluppo del feto nel pancione (come le ecografie), e le buone condizioni di salute della mamma.

Tra i rischi maggiori a cui la donna incinta va incontro ci sono patologie come la gestosi gravidica e la preeclampsia, così come il diabete gestazionale, tutte condizioni che possono pregiudicare l’esito della gravidanza. Ma evitare problemi non è difficile: basterà stare attente a non contrarre malattie che possono provocare deficit e malformazioni del feto, come la toxoplasmosi o la rosolia, evitare l’assunzione di sostanze tossiche come alcuni farmaci, il fumo e l’alcool, e mantenersi tranquille, farsi un po’ coccolare.

Durante la dolce attesa le mamme hanno voglia di vivere la propria gravidanza condividendo le emozioni e i cambimaneti fisici e psicologici cui sono sottoposte con altre gestanti. Questo è possibile seguendo i corsi pre parto, che sono organizzati dagli ospedali stessi e che rappresentano un valido aiuto e un supporto per tutte le donne in preparazione al parto. Incontrandosi, le future mamme possono stemperare i timori e trovare anche nuove amicizie. Magari per fare un po’ di “gossip” spettegolando delle gravidanze vip che tanto ci piacciono! Del resto, una volta che il pancione ha raggiunto la sua massima espansione, e stanno per scoccare le 38-40 settimane, il parto è dietro l’angolo…

Test di gravidanza Clearblue, come si usa e il prezzo

Scopriamo come funziona il test di gravidanza Clearblue, un facile sistema per sapere in tempi brevi se stiamo... Continua...

Fattore Rh in gravidanza: cos'è e quali rischi si corrono

Scopriamo perché è importante analizzare il fattore Rh di una donna durante la gravidanza, e quando questo può... Continua...

Gravidanza a rischio e esenzione dei ticket per gli esami: come funziona

La futura mamma con gravidanza a rischio ha diritto all'esenzione dal pagamento del ticket sanitario per molti esami,... Continua...

Calcolo della fertilità femminile: come conteggiare il periodo per una gravidanza

La fertilità femminile è legata alle fasi del ciclo ovulatorio. vediamo come individuare i giorni più fertili per una... Continua...

Sintomi premestruali o gravidanza: come distinguerli?

Come distinguere i sintomi di una gravidanza al suo inizio, con quelli consueti che anticipano l'arrivo delle... Continua...

Omeopatia in gravidanza: le 5 cure utili per i disturbi più comuni

Per alleviare i più comuni disturbi che affliggono le donne durante la gravidanza si può ricorrere ai farmaci... Continua...

Gravidanza e sintomi premestruali: le 5 differenze

La gravidanza produce una serie di sintomi che inizialmente possono essere confusi con quelli premestruali. Vediamo come... Continua...

Anemia in gravidanza: curarla con i 5 rimedi naturali efficaci

Una condizione di anemia in gravidanza di solito è provocata da una carenza di ferro o di vitamine del gruppo B.... Continua...

Gravidanza a rischio: i sintomi, le cause e le terapie da seguire

Una gravidanza è considerata a rischio se esistono fattori, patologici o esterni, che possono provocare danni alla... Continua...

La diarrea è tra i sintomi del primo mese di gravidanza?

Tra i sintomi di una gravidanza nel primo mese c'è anche la diarrea? E quali possono essere le cause? Scopriamolo Continua...