Milano sbatte la porta in faccia a Dolce & Gabbana