Barbie calva per bambine malate di cancro

barbie calva

Ricorderete la Barbie a dimensione umana realizzata qualche tempo fa per mostrare quanto sia lontana dalla realtà l’immagine del corpo femminile che la celebre bambolina bionda instilla nelle più tenere coscienze delle bambine, che però non ne sono ancora consapevoli. All’opposto si colloca adesso la richiesta alla Mattel che sulla Rete sta ottenendo vasta eco.

Varie associazioni di genitori di bambine malate di cancro hanno lanciato una campagna su Facebook che ha collezionato decine di migliaia di Like, chiedendo alla casa di produzione della Barbie di realizzare e mettere in vendita bamboline calve, che possano aiutare le loro bambine ammalate e che hanno perso i capelli per via della chemioterapia a rinforzare la propria autostima.

Qualcuno tra i commenti suggerisce di collegare alla vendita delle bambole calve anche una raccolta fondi per la ricerca sul cancro; qualcun altro pensa che la Barbie calva può aiutare anche le bambine che vedono perdere i capelli alle donne che le sono vicine, come le mamme, le zie, le nonne malate di cancro. Cominciano ad apparire anche le richieste di Barbie in sedia a rotelle.

In comune hanno tutti la teoria secondo cui sarebbe assai più realistico produrre bambole corrispondenti alle donne reali – dunque anche ammalate – piuttosto che continuare a propinare alle più piccole ideali di bellezza di plastica senza alcun riscontro nella realtà quotidiana. Voi cosa ne pensate?

Via | BlissTree

  • shares
  • Mail