Meglio la bionda o la rossa? Pubblicità controversa della CTS viaggi



Mi metto a scorrere la newsletter della Cts viaggi e mentre sogno di una vacanza indimenticabile in Amazzonia mi fermo sbigottita sulla pubblicità in foto. L'incentivo per andare a lavorare e studiare all'estero (in questo caso in Canada) probabilmente non è l'allargamento dei propri orizzonti culturali e professionali, quanto l'allusione a provare nuove relazioni con "rosse", da identificarsi con il fenotipo femminile canadese.

Mah, devo ammettere di essere stupita da questa pubblicità, non trovate che sia svilente, sessista e pure un po' banalotta nel paragonare le donne al solito oggetto sessuale che si identifica con il colore dei capelli? Roba da film di Alvaro Vitali.

E poi quel "provare", che ci identifica definitivamente con un oggetto: ma cosa siamo, un paio di scarpe, un piatto esotico? Ma non siamo stanche di immagini del genere?

  • shares
  • Mail