Cartelloni da strada: vincono le pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico?

pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico

Sappiamo bene che il mondo della pubblicità è generalmente impietoso di suo, ma quando parliamo di cartellonistica stradale si raggiungono vette del cattivo gusto spesso inesplorate e, diciamolo, si incontrano soggetti che si barcamenano malamente tra il ridicolo, il folle e il rischio di essere rinchiusi, qualora esistessero ancora luoghi adepti a curare menti fuorviate.

In un articolo apparso sul sito dissapore.com e giustamente intitolato "Patatocrazia: un breve viaggio nella pubblicità del cibo", viene stilata una classifica delle pubblicità da strada - e in questo caso il doppio senso è assolutamente voluto... - in cui i corpi delle donne vengono peggio mercificati e al meglio mortificati.

Si vede che i pubblicitari danno il meglio di loro quando si tratta di concepire slogan e spot per cartelloni. Peccato non si pensi che i fruitori di tali messaggi dovrebbero essere soprattutto automobilisti i quali, alla vista di determinate immagini, potrebbero correre il rischio di andare a sbattere contro i suddetti pannelli distruggendo anche la discutibile arte a loro propinata.

pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico

In apertura di post vi proponiamo forse il migliore tra i cartelloni partoriti dai brillanti pubblicitari: il vino "Passera" che occupa uno dei primi posti della classifica delle pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico. Il messaggio non lascia spazio a libera interpretazione: siamo di fronte all'Empireo della comunicazione spirituale...

C'è bisogno di ulteriori commenti? Pare proprio di no! Di medesimo tenore anche le immagini che seguono e che, in ordine sparso, pubblicizzano l'Amaro del Capo, la mai prima nemmeno immaginata vicinanza tra Etna e Vesuvio, i salumi Dodaro con gli effetti collaterali che comporta essere un salame calabrese e, nemmeno a dirlo, le scamorze Zappalà, marca che a quanto potete voi stessi notare ha fatto della classe un segno distintivo.

Per altre amenità di medesimo tenore lasciamo a voi libero arbitrio di commentare e ci chiediamo, sempre con un po' di ironia che è stato difficile non vedere cadere esanime, se questi input hanno il successo sperato o non diventino invece controproducenti. Incidenti stradali, reali o presunti, a parte...

Fonte immagini: dissapore.com

pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico
pubblicità di prodotti alimentari a sfondo erotico

  • shares
  • Mail