Kissenger, il dispositivo per i baci a distanza

Quella sensazione struggente, nostalgica, talvolta insopportabile, quasi dolorosa che ci prende quando abbiamo voglia di qualcuno che non è con noi. Se avete avuto una relazione a distanza almeno una volta nella vita, sapete di cosa sto parlando.

Anni fa, quando mi struggevo per situazioni di questo genere, speravo che la tecnologia trovasse un modo per alleviare le mie sofferenze e per sopperire all'assenza del contatto fisico; un desiderio puerile e forse stupido, ma probabilmente non così raro..E, anche se non stiamo parlando di realtà virtuale o aumentata, qualcosa in questo senso si è mosso: dal ricercatore Hooman Samani arriva infatti il Kissenger, un piccolo robot studiato per i baci a distanza.

Kissenger per funzionare deve essere sistemato sulla scrivania di entrambi i partner; quando uno dei due vuole baciare l'altro, non deve fare altro che accostare le labbra a quelle grandi e ultrasensibili del robottino e dall'altra parte il ricevente potrà godere dei movimenti labiali del partner, grazie al collegamento da remoto fra labbra.

Se guardate con attenzione il video, vi renderete conto del meccanismo e del movimento. Non si tratta sicuramente di una rivoluzione, ma una cosa mi appare chiara: questi simpatici robot tutto potranno ispirare tranne che sensazioni di tipo erotico...Intanto però la tenerezza c'è!

Via | Gizmodiva

  • shares
  • Mail