Divorzio più probabile se il papà entra in sala parto

Assistere alla nascita del proprio figlio non è sempre una buona idea: partecipare al lieto evento potrebbe portare persino al divorzio. E’ il risultato di uno studio effettuato da alcuni Centri di Medicina Materno Fetale aderenti alla S.I.Di.P, Societa’ Italiana di Diagnosi Prenatale e Medicina Materno Fetale. L’indagine è stata condotta su 310 coppie. In

bimbo%282%29.jpg

Assistere alla nascita del proprio figlio non è sempre una buona idea: partecipare al lieto evento potrebbe portare persino al divorzio.

E' il risultato di uno studio effettuato da alcuni Centri di Medicina Materno Fetale aderenti alla S.I.Di.P, Societa' Italiana di Diagnosi Prenatale e Medicina Materno Fetale.

L'indagine è stata condotta su 310 coppie. In 172 di queste il marito o il compagno aveva assistito alla nascita del proprio bambino. A distanza di dieci anni il 34% del campione risultava divorziato: il numero di separazioni era maggiore nelle coppie in cui l'uomo aveva assistito al parto. (Foto tratta da Flickr, CarlaVioleta)

La ragione del fenomeno è da ricercare nel fatto che vedere la propria donna in una situazione simile, in cui nulla è lasciato all'immaginazione, porterebbe ad un calo del desiderio verso la compagna, incrinando la vita sessuale della coppia. 

Assistere al parto – spiega Claudio Giorlandino, presidente della Sidip – può causare la perdita di distinzione dei ruoli e far venire meno quel distacco necessario a rendere la femminilità un po' misteriosa affinché la donna rimanga desiderabile”.

Spesso, poi, i neo-papà si sentono obbligati a partecipare al lieto evento pur non desiderandolo veramente. In effetti sembra che il far entrare, più o meno “spontaneamente”, il futuro papà in sala parto sia diventata una vera e propria moda.

Anche questa, tuttavia, condizionata da differenze culturali. Fragmenta mette a confronto la cultura anglosassone, che vuole il maschio partecipe di un evento così importante nella vita di una donna, e la cultura più arcaica, più riservata sui fatti di vita e di morte. Poi riflette sulla moderna divisione dei ruoli tra uomo e donna. Se vuoi saperne di più leggi il post

I Video di Pinkblog