Russia, gay continuano ad essere perseguitati: aggressioni in aumento

Continuano le persecuzioni contro i gay in Russia

Continuano le persecuzioni contro i gay in Russia, dopo l’approvazione della legge che vieta la propaganda dell’omosessualità e le “relazioni sessuali non tradizionali” fra minori. The Guardian spiega che le associazioni LGBT del paese sono molto preoccupate, perché, se sulla carta la legge non perseguita i gay, dall’altra dà comunque il via libera ai protagonisti delle aggressioni: riesce piuttosto facile, infatti, appigliarsi a degli espedienti per sfuggire alla legge.

“Le ultime leggi contro la cosiddetta propaganda gay – ha spiegato Kochetkov, leader della comunità omosessuale russa – sia quelle approvate a livello regionale che federale, hanno sostanzialmente legalizzato la violenza contro le persone Lgbt, perché questi gruppi di teppisti agiscono senza il timore di sanzioni. Quasi giustificati dalla deriva presa dal governo”.

E tutto questo senza che il governo russo intervenga, anche a fronte dell’aumento delle aggressioni nelle ultime settimane:

La legge russa – continua il leader – ha di fatto giustificato le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale“, e non solo: Kochetkov ha spiegato che sta diventato usuale, ormai, adescare omosessuali sui social network, fingendo di essere gay, per poi incontrarli e pestarli; è stato proprio un giovane omosessuale a raccontarlo a The Guardian:

“Hanno cercato di attirarmi e farmi presentare a un incontro, ma ho subito scoperto l’inganno”.

Le pene per chi fa propaganda omosessuale

E non mancano neanche le pene: come ha rivelato Salon, potrebbe essere Dmitry Isakov il primo omosessuale russo a subire la condanna per la violazione della normativa sulla propaganda omosessuale: Dmitry ha infatti esbito, durante una manifestazione nella città di Kazan, un cartello con su scritto “Essere gay è amorevole e normale. Discriminare i gay e ucciderli è un crimine”. Per lui è previsto il pagamento di 5mila rubli oltre alla detenzione, qualora dovesse continuare a comportarsi così.

Un clima del genere non può passare inosservato dinanzi a decine e decine di nazioni che sostengono la democrazia: speriamo in un intervento al più presto, affinché i bei discorsi non rimangano soltanto tali.

Via | Giornalettismo

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →