San Valentino: odi et amo?

San Valentino

Finalmente è arrivato: per chi lo aspettava trepidante e per chi non vedeva l'ora che passasse. Per entrambe le categorie, ormai è questione di una manciata di ore e tutto sarà finito. Ovviamente parlo di San Valentino.

Sento dire da molti "che noia San Valentino" oppure ancora "è una festa commerciale", come d'altra parte si dice ormai per ogni occasione simile, non si salva nemmeno il Natale. Io invece comincio a trovare un po' noioso chi si lamenta sempre, ma questa è un'altra storia. E naturalmente, per chi è solo, San Valentino potrebbe creare qualche fastidio (oppure essere un'occasione per folleggiare, perchè no?).

In ogni caso è risaputo, non c'è bisogno di un giorno preciso per festeggiare l'amore; eppure perchè sprecare un'occasione in più per sorridere, per scambiarsi attenzioni, per uscire insieme da soli? Perchè non prenderlo invece come un evento che possa aiutarci a fermarci e a concentrarci sul nostro partner, che magari trascuriamo a causa di tutti gli impegni quotidiani?

In fondo lo diciamo spesso: l'amore e la passione sono due cose che implicano una forte componente istintuale; tuttavia a volte occorre metterci la ragione, l'impegno, la costanza per coltivare i rapporti e salvarli talvolta dalla monotonia. Quindi perchè non approfittare anche di San Valentino? Rispondete al sondaggio dopo il salto e fateci sapere se oggi per voi sarà un giorno speciale oppure no.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail