Morandi, Belen e Elisabetta: che succede a Sanremo?

Montaggio immagini San Remo con Belen e la Canalis

Le polemiche su San Remo sono cominciate a partire dai primi spot realizzati per promuoverlo. In rete le donne hanno cominciato ad indignarsi per l'immagine femminile trasmessa dall'onestamente tristissimo siparietto di Morandi, Papaleo e le due ragazzone. E' intervenuta anche Lorella Zanardo con un post dal titolo Tu quoque Gianni, in cui analizza non solo lo spot ma anche l'humus che lo ha prodotto e l'impatto che ha nella percezione collettiva delle donne.

La fotografia che vedete invece in apertura di post, è un montaggio di alcuni momenti salienti dell'esibizione a tre fra Gianni Morandi, Belen e la Canalis e girava oggi su Facebook grazie alla pagina Facebook favorisce il cyberbullismo tra le donne. Quest'anno, d'altronde, Sanremo è sulla bocca di tutti non per le canzoni ma per: le polemiche sul modo di trattare le donne, le sparate di Celentano sulla chiesa, i commenti di Morandi sugli omosessuali, le mutande di Belen (ci sono? non ci sono?), la presunta rivalità tra le due, l'Ivanka che sembra non interessi a nessuno.

Voi Pinkies che state facendo? Guardate San Remo? Non lo guardate? Siete lì che parteggiate per Belen o per la Canalis o state parlando del modo pecoreccio in cui le donne vengono ancora oggi trattate in Italia e nella televisione italiana? Perché in effetti ci interessano le mutande della valletta?

Non potremmo invece chiederci se San Remo ha ancora senso, se può essere rilanciato e soprattutto quali donne, a parte la Clerici che ha già dato, potrebbero condurlo? Personalmente, non guardo San Remo, come molti altri programmi, da anni e sono una di quelle che si batte perché delle donne si parli in modo diverso, perché vengano rappresentate diversamente e scelte in base alle loro capacità

Poi, in generale, faccio mie le riflessioni della scrittrice Licia Troisi che nel suo blog scrive:

Rendiamoci conto che durante la settimana di Sanremo sulla tv generalista la controprogrammazione praticamente non esiste. Sanremo è un punto fermo del palinsesto annuale, nessuno ci spreca contro un programma. Se magari qualcuno cambiasse canale, invece di criticare – giustamente, perché non lo reggo manco io – Celentano non dico avremmo una tv migliore, ma avremmo portato avanti un discorso un filo più costruttivo.

  • shares
  • Mail