Festival di Sanremo 2012: alla fine vince il podio al femminile

Il Festival di Sanremo 2012 ha visto sul podio tre donne, solidali tra loro, contendersi la vittoria con una classe e uno stile RAI da riscontrare nel mondo dello spettacolo.

di alice


Emma, Arisa e Noemi – arrivate rispettivamente al primo, secondo e terzo posto – alla fine dell’ultima serata del Festival di Sanremo 2012 hanno avuto il loro meritato riscatto arrivando in finale e comportandosi in maniera esemplare. Quello che si è percepito tra loro è stato un sostenersi a vicenda, una gara all’ultimo voto tranquilla e misurata, una partecipazione sincera all’acclamazione della vincitrice. Da quanto non capitava che al festival arrivassero in finale tre donne e, ancora, che fossero tutte giovani e non appartenenti a quella fauna oramai vetusta del panorama canoro italiano? Noi pensiamo che sia un segnale, seppure minimo e utile a contrastare tutto il clamore per eventi decisamente trascurabili, positivo.

Quest’anno le polemiche relative al Festival di Sanremo si sono concentrate quasi esclusivamente su un unico tema: la funzione delle donne che hanno sfilato sul palcoscenico del Teatro Ariston. Ne abbiamo parlato in più occasioni e relativamente a diversi argomenti ma oggi ci soffermiamo su una riflessione: ciò che dovrebbe contare maggiormente in una gara canora di tale livello non sono le canzoni e i cantanti?

A riportare il tutto sui giusti binari non sono stati né i presentatori né tanto meno le presentatrici – altresì dette vallette -, ma le quasi del tutto oscurate cantanti che, pur avendo ogni diritto ad essere protagoniste insieme ai colleghi uomini della kermesse musicale, si sono viste messe da parte per fare spazio a passerelle osé, tatuaggi ostentati, biancheria intima fantasma, presenze inconsistenti e ospiti non sempre all’altezza dell’enfasi con le quali sono state presentate. Voi cosa ne pensate?

Foto | © TM News

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →