Impotenza, che fortuna! Ma rovina la felicità della coppia

L’impotenza? Può essere considerata una fortuna. E’ l’opinione di Mario Maggi, ordinario di endocrinologia all’Università di Firenze. In Italia un italiano su quattro ha problemi di disfunzione erettile: l’80% di loro si limita a parlarne con il partner o con gli amici, senza chiedere il parere di un medico. Sette uomini su 10 minimizzano il

couple_kiss_bed%282%29.jpg

L'impotenza? Può essere considerata una fortuna.

E' l'opinione di Mario Maggi, ordinario di endocrinologia all'Università di Firenze.

In Italia un italiano su quattro ha problemi di disfunzione erettile: l'80% di loro si limita a parlarne con il partner o con gli amici, senza chiedere il parere di un medico. Sette uomini su 10 minimizzano il problema, solo uno su 10 dichiara di fare uso di Viagra o simili.

La disfunzione erettile, sostiene il professore, è la spia di futuri, gravi problemi di salute, come malattie cardiovascolari (infarto e ipertensione), metaboliche (diabete) o psicologiche, ad esempio la depressione

All'origine della relazione tra impotenza e sindrome metabolica c'è la resistenza all'insulina, “che si manifesta – spiega l'endocrinologo – con una circonferenza di vita maggiore di 102 centimetri”.

Sono più a rischio gli uomini che non fanno attività fisica, con alti livelli di grassi e zuccheri nel sangue, che fumano o che hanno la pressione alta.

Per salvaguardare la propria vita sessuale e la propria salute, insomma, bisogna innanzitutto correggere le proprie abitudini quotidiane e adottare uno stile di vita sano.

E' quindi una fortuna poter scoprire in tempo malattie così pericolose. Certo, il prezzo da pagare è la felicità della coppia. “Ma – prosegue Maggici sono farmaci in grado di risolvere almeno in parte il problema, con un effetto quasi immediato e con poche controindicazioni”.

I Video di Pinkblog