Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner

Ridisegnare gli spazi con leggerezza, plasmando nuove figure delineate dalla luce che filtra tra linee discontinue, è stato l’intento della designer Åsa Karner, che ha creato per Alvi Design la Silk Chair.Il nome di questa seduta si concentra sul materiale principale con cui è stata pensata e realizzata, ma anche sul concetto di trasparenza e

di olivia


Ridisegnare gli spazi con leggerezza, plasmando nuove figure delineate dalla luce che filtra tra linee discontinue, è stato l’intento della designer Åsa Karner, che ha creato per Alvi Design la Silk Chair.

Il nome di questa seduta si concentra sul materiale principale con cui è stata pensata e realizzata, ma anche sul concetto di trasparenza e leggerezza che questo stesso materiale trasmette sia al colpo d’occhio, sia al tatto e alla percezione linguistica: la seta.

La seduta vera e propria infatti è costituita da fili di seta, intrecciati e legati a una struttura portante in rovere. La percezione è quella di un’assenza quasi totale di peso, permeata inoltre da particolari giochi di luce inediti per una seduta.

Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner

Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner Silk Chair, la seduta in seta di Åsa Karner

Via | Trendhunter