Taiwan, gruppo religioso contro nozze gay: “Legalizzandole si permetterà adulterio e incesto”

Protesta da gruppo religioso in Taiwan

Le nozze gay sono viste come il pericoloso assoluto secondo un gruppo religioso in Taiwan.

Loro fanno parte del Taiwan Religious Groups Caring Family Alliance e si battono strenuamente contro i matrimoni da persone dello stesso sesso poiché convinti che, una volta attuato, ciò renderà possibile ogni promiscuità, rendendo legale anche l’incesto e l’adulterio.

In una conferenza stampa della scorsa settimana, i membri dell’associazione hanno promesso di raccogliere più firme possibile per impedire al Parlamento di rendere concrete le nozze Lgbt. Hanno dichiarato, inoltre -come si sente sempre in questi casi- di essere intenzionati a difendere a tutti i costi i valori tradizionali.

Il portavoce del gruppo ha rilasciato una nota ufficiale:

“Una volta che il matrimonio omosessuale sarà legalizzato, ci saranno sempre più persone omosessuali. In futuro, i bambini riceveranno un’educazione che insegna loro che l’omosessualità va bene, è giusta, e ciò porterà gravi conseguenze”

Se questa tesi assurda fosse vera, allora perché tutti i matrimoni etero non hanno portato ad avere solamente una popolazione eterosessuale?

Infine, il pastore della Chiesa luterana di Taiwan, Chen Chih-hung, ha detto che se i matrimoni gay diventassero legali, sarebbe come incoraggiare più persone a diventare omosessuali, distruggerebbe la monogamia, la cosa migliore per la società.