Sphero guida una macchina: è AutoSphero!

Abbiamo appena parlato di Sphero, che già compare il suo primo prototipo di add-on. E’ il segno di una bontà progettuale che premia questa piccola realizzazione, ma è sopratutto l’evidenza di un processo realizzativo che vede coinvolti i designer dei prodotti assieme al numero sempre più ampio di utenti appassionati di un prodotto che lo

di Stex

Abbiamo appena parlato di Sphero, che già compare il suo primo prototipo di add-on. E’ il segno di una bontà progettuale che premia questa piccola realizzazione, ma è sopratutto l’evidenza di un processo realizzativo che vede coinvolti i designer dei prodotti assieme al numero sempre più ampio di utenti appassionati di un prodotto che lo elaborno e lo modificano grazia alle tecnologie sempre più accessibili e alle possibilità di modulare e personalizzare dispositivi di controllo come Arduino.
La storia di questo prototipo è esemplare: l’idea è quella di usare una sfera per guidare un mezzo su ruote, tramite il movimento in un alloggio simile ad un mouse track-ball. Il movimento della sfera si traduce attraverso la programmazione di un controller Arduino nel movimento nelle cordinate x e y al motore della macchina. Il mezzo è un vecchio giocattolo di Orbotix ( quella che oggi è Sphero) , a cui è stato aggiunto una scheda Arduino, una track ball ( un mouse riciclato) e un circuito elettronico.
Lo vedremo nei negozi? Per ora no, ma è solo questione di tempo.

[via Gosphero]