I tavolini “Collage” di Alain Gilles per Bonaldo

Nascono dai ricordi di forme già esistenti o insolite, in particolare da di una strana collezione di specchi senza cornici, di differenti dimensioni ed epoche, trovata durante un giro per mercatini dell’usato, questi tavolini modulari realizzati da Alain Gilles per l’italiana Bonaldo. La tecnica per rimettere insieme le suggestioni e – quindi – i singoli

Nascono dai ricordi di forme già esistenti o insolite, in particolare da di una strana collezione di specchi senza cornici, di differenti dimensioni ed epoche, trovata durante un giro per mercatini dell’usato, questi tavolini modulari realizzati da Alain Gilles per l’italiana Bonaldo. La tecnica per rimettere insieme le suggestioni e – quindi – i singoli elementi è quella del collage: la stessa che da il nome all’oggetto di arredo.

In apparenza fragili e sottili, tutti protesi al ‘movimento’ e alle funzionalità che può attribuirgli chiunque li utilizzi, i tavolini “Collage” ruotano attorno a un ‘fulcro’ principale che è la base rotonda per poi snodarsi a piacimento. Generare una nuova entità ad ogni nuova funzione, concetto ulteriormente sottolineato dall’utilizzo di diversi colori per ciascun “modulo”. Metallo laccato e ottone i materiali, misure da 142 x 72 x 36cm, “Collage” sarà presentato al prossimo Salone del Mobile di Milano.

Ultime notizie su Salone del Mobile

Tutto su Salone del Mobile →