Amore mio, ti lascio... Come mettere fine ad una relazione

come chiudere una relazione

Uno dei momenti più complicati, nella propria vita sentimentale, è quando la storia d'amore finisce. Ci sono diverse reazioni, diversi modi di affrontare una relazione al capolinea. Ognuno ha il proprio modo di comportarsi e quello che vogliamo affrontare oggi come discorso è come capire quando una relazione è definitivamente conclusa e come affrontare la decisione di vole rompere con il proprio partner.

1. Capire quando si è arrivati alla fine. Solitamente un rapporto non esplode da un giorno all'altro ma ci sono diversi segnali che possono far scattare l'allarme e far capire che le cose non stanno andando bene. Parlare con il proprio partner permette alla coppia di poter affrontare i problemi insieme e capire la causa che sta mettendo in crisi il rapporto. Se la situazione non è grave e irrimediabile, con un po' di pazienza da entrambe le parti si può riuscire ad evitare il peggio. Se invece per entrambi non ci sono soluzione realizzabili nel futuro allora diventa davvero più difficile riuscire a stare insieme. Bisogna ricordare un caposaldo: dire la parola "fine" solo quando si è davvero convinti che non ci possa essere altro da fare per poter salvare il salvabile. Molte coppie rompono per poi, col tempo, scoprire di aver commesso un grave errore.

2. Non rimandare. Spesso si tende ad allontanare i dubbi e a voler rimandare decisioni, sperando che il passare dei giorni modifichi la situazione o che la vita possa aiutare a fare in modo che il tutto migliori. Sfortunatamente non è quasi mai così. Tutto accade per un motivo e sta a te capire la ragione. Rimandare non significa allievare il malessere che si prova. Molte coppie stanno insieme solo perchè si sentono a loro agio insieme ma non hanno semplicemente il coraggio di fare un passo avanti e rischiare di uscire da questa campana in cui si preferiscono rifugiarsi. Preferiscono la comodità alla felicità. Se due persone non sono destinate a stare insieme, prima o poi i due si divideranno. Ed è meglio prima che poi.

3. Prendere in mano il proprio coraggio. Arrivare a trovarsi faccia a faccia con la propria decisione non è per nulla semplice. Ma quando questo sta per accadere bisogna afferrare il coraggio e portare avanti la propria decisione. Fai una lista delle tue aspettative da una relazione ideale e quello che il tuo partner sa offrirti. Il risultato potrebbe aiutarti a procedere senza sensi di colpa. A quel punto preparati a dare la notizia alla tua metà

4. Fallo tu stessa! Si sa che il momento di dover comunicare la propria decisione al partner è motivo di preoccupazione ma dovrebbe essere fatto di persona. Del resto, il tuo modo di fare o i segnali che puoi aver lanciato negli ultimi tempo potrebbe anche aver già fatto sospettare qualcosa alla tua metà e, quindi, in qualche modo, averlo preparato. Iniziare poi con un "Ho bisogno di parlarti" è un altro modo (finale) per far capire quello che si sta per dire. Niente e-mail, telefonate o sms. Il telefono è concesso solo se la relazione è a distanza. E' importante anche il modo viene annunciata la decisione: deve essere fatto in maniera civile, gentile e più diplomaticamente possibile. Come luogo, spesso si suggerisce di farlo dove vi siete conosciuti la prima volta, come fosse il luogo in cui tutto ha avuto inizio e fine.

5. Sii pronta alla 'tempesta'. Questo è un punto importante. La persona che si affronta può reagire in tutti i modi. Se il tuo lui è impreparato potrebbe reagire con una vera e propria valanga emotiva. Potrebbero esserci urla, pianti, accuse, seguite poi da promesse future su come le cose potrebbero cambiare e su una seconda possibilità. Qui è assolutamente importante mantenere la propria posizione, sempre che tu non abbia voluto farlo per scuoterlo e ottenere proprio questo. E' fondamentale, se si è convinti della propria idea, di non cedere perchè le cose non cambierebbero e si rischierebbe solo di fare una falsa speranza alla propria metà.

6. Andare avanti. Questo è un altro passaggio decisamente importante ma che potrebbe essere, allo stesso tempo, altrettanto doloroso. Può diventare traumatico, soprattutto se la relazione è stata lunga. E' decisivo avere chiaramente in testa che è iniziata una nuova fase della propria vita e che porterà con sè delle conseguenze diverse, dei cambiamenti evidenti. Riduci al minimo i contatti con il tuo ex se non è possibile chiuderli del tutto. Infine, attenzione a non buttarsi a capofitto in una nuova relazione dopo poco tempo che è terminata la prima.

  • shares
  • Mail