Facebook censura bacio gay tra la star di film per adulti e il compagno

Punito per la sua dichiarazione d’amore esplicita – la foto di un bacio col compagno – senza alcuna volgarità o immagini vietate per i minori.

Si parla spesso di mancanza di tutele e riconoscimenti e il dibattito ferve. Dà da pensare, ad esempio, l’episodio che coinvolge l’attore di film per adulti Jesse Jackman, invece di essere tutelato dal social network Facebook – che mette in relazione milioni di persone – è stato punito per la sua dichiarazione d’amore esplicita, senza alcuna volgarità, o immagini vietate ai minori, ma piuttosto una bella dose di sentimento. Il tutto condensato in un gesto: la foto lo ritrae mentre scambia un bacio con il marito Dirk Caber. Eppure di immagini d’amore, su questo tono, che immortalano baci, ne circolano molte, soprattutto etero. Ma allora?

Bisogna riconoscere che la foto del bacio gay ha ricevuto quasi tremila “mi piace”, quindi è stata riconosciuta e apprezzata, oltretutto “ha viaggiato” ed è stata condivisa da diversi utenti, ma purtroppo tanti altri hanno sentito il bisogno di manifestare il loro dissenso alla star dei film per adulti, e insultare la manifestazione d’affetto più comune di tutti: baciarsi tra coniugi. I media parlano di: commenti omofobi e persino minacce di morte.

In questo si inserisce la condotta, discutibile, del social network del momento, Facebook, che ha eliminato la foto con la classica scusa, di solito riservata a immagini volgari, o offensive per la morale:

Abbiamo cancellato uno dei contenuti presenti sulla sua pagina Facebook perché contrario agli standard della community.

La notifica, può portare alla chiusura momentanea dell’account. Lo stesso Jackman ha spiegato in un tweet:

Ho ricevuto centinaia di minacce di morte e Facebook sospende il mio account. È davvero una farsa.

L’episodio ha letteralmente spaccato in due, nelle ultime ore, l’opinione pubblica americana. E viene naturale domandarsi:può un bacio tra due uomini essere considerato fuori dagli standard? E se, davvero, come si ipotizza, Facebook è lo specchio della società contemporanea, questa come tutela la comunità LGBTI, come agevola la coesistenza di generi? Come riconosce le diversità?

Facebook è tornato subito sui suoi passi, adducendo come scusa:

I nostri moderatori controllano ogni giorno milioni di pagine e può capitare di fare errori. In questo caso abbiamo sbagliato, ma non appena ci è stato segnalato l’errore, l’abbiamo corretto. Ci scusiamo per il disagio.

Tornato in possesso del suo account, Jackman ha festeggiato pubblicando un intero album di baci scambiati col compagno.

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →