Canberra approva il matrimonio tra persone dello stesso sesso

La capitale dell’Australia ha approvato il matrimonio ugualitario, ma il governo federale fa sapere che boccerà la legge.

di robo

Le autorità della regione che include la capitale dell’Australia hanno approvato una legge che permette, per la prima volta nel territorio nazionale, il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Il Territorio della Capitale Australiana (ACT, secondo l’acronimo in lingua inglese) è diventato la prima giurisdizione del paese a rendere legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso, con un solo voto di differenza nel Parlamento locale.

Katy Gallagher del Partito Laburista Australiano, prima ministra dello stato, ha commentato:

Non si sono motivazioni – se mai ci sono state, in effetti – per discriminare le coppie dello stesso sesso all’interno della nostra comunità.

E poi, tra gli applausi della maggioranza parlamentare, ha continuato:

Sono nostri figli, nostri genitori, nostri fratelli, nostre sorelle, nostri leader… Prima di ogni cosa, sono persone come noi. La Legge di Uguaglianza nel Matrimonio sancisce questo principio fondamentale e questo diritto umano.

Il governo federale, dal canto suo, con il primo ministro conservatore Tony Abbott per primo, ha già annunciato la sua intenzione di bloccare questa legge. Inoltre, l’avvocato generale dello stato, George Brandis, ha fatto sapere che il governo aveva già avvertito che la legislazione del Territorio della Capitale Australiana non era valida perché contravviene leggi federali.

Foto | user:Dbenbenn [Guarda la pagina per la licenza], attraverso Wikimedia Commons