Ragazzo gay 19enne vuole perdere la verginità in pubblico: “È arte”

La discutibile decisione di Clayton Pettet

Il protagonista di questa assurda vicenda si chiama Clayton Petter ed è uno studente d’arte al Central Saint Martin di Londra.

Negli ultimi giorni il suo nome è balzato alla cronaca per la decisione di voler perdere le verginità con un suo amico, davanti al pubblico presente -circa cento persone- in diretta, durante una sorta di esibizione artistica. Così definisce la sua intenzione intitolata, testualmente, “Art School Stole My Virginity”

Ma perché questa intenzione?

“Ho conservato la mia verginità per 19 anni. Non la darò via semplicemente. In pratica romperò il tabù che c’è attorno alla verginità. Culturalmente diamo alla verginità molto valore, perciò voglio perdere la mia per fare riflettere e stimolare interessanti discussioni attorno alla questione. Il senso assoluto della performance art è l’irripetibilità. Perdere la verginità è proprio l’esperienza più irripetibile della vita”

Una semplice provocazione? Un atto di assoluto esibizionismo? O pensate che la scelta di Cleyton possa davvero avere di valori o dei meriti artistici?

Il timore di un pentimento successivo resta molto alto…

Via | Towleroad