L'evoluzione della lap-dance: Pole dance alle Olimpiadi di Rio 2016?

Avevamo già parlato della pole dance in quanto nuovo passatempo di Emma Watson, cercando di immaginarci le sue sottili braccia irrobustirsi a suon di sessioni di fitness col palo. Ebbene, sembra che presto, forse già alle Olimpiadi di Rio del 2016, potremo vedere eleganti e muscolose atlete cimentarsi in difficili coreografie di pole in mondovisione, visto che molte scuole di questa disciplina stanno spingendo per farla entrare fra gli sport olimpici.

Valentina D’Amico, fondatrice di Pole Dance Italy, il primo sito web dedicato all'argomento, spiega come serva molto lavoro per creare regolamenti tecnici e standard internazionali per rendere la disciplina "olimpica". In questo senso vanno gli sforzi dell'insegnante Titty Tamantini, organizzatrice del campionato nazionale di pole che si terrà il 9 giugno a Cesenatico, quest'anno strutturato con regolamenti più vicini a quelli delle federazioni sportive nel mondo.

Per chi volesse saggiare la bravura e la potenza fisica dei ginnasti, può gustare il video qui sopra. La splendida esecuzione in coppia è degli artisti Marion Crampe ed Edouard Doye. Per coloro che poi volessero dare una mano alla causa pro-olimpiadi, sappiate che la scuola inglese Vertical Dance ha anche creato una petizione online che, ad oggi, ha raccolto 6700 firme.

Via | Comunicato stampa

  • shares
  • Mail