Non più gioielli ma capi e accessori fashion: la nuova frontiera del "pegno"

Borsa pegno

Una volta erano i gioielli e più precisamente l'oro: per raggranellare qualche soldo in più si portavano bracciali, collane, orecchini e anelli da chi poteva comprarli anche se svalutati. Ma i tempi cambiano e anche pratiche vecchie come questa si rinnovano. Ora non sono più i gioielli l'oggetto di scambio fra chi necessita di trovare un po' di respiro economico e chi cerca oggetti di valore a poco prezzo: ora sono le borse, gli accessori e i capi firmati da famosi designer a costituire il "pegno" che una volta era l'oro.

Una ricerca della National Pawnbrokers Association ha sottolineato come dall'anno scorso i piccoli business legati a questo genere di scambi siano aumentati del 15%: borse Hermes o Chanel, tacchi di Christian Louboutin, orologi Cartier, sono solo alcuni dei pegni maggiormente gettonati. Le donne che se li sono faticosamente guadagnati o che li hanno ricevuti in regalo, se ne separano a malincuore, ma riescono sempre a ricavare qualche soldo.

Anche grazie all'esistenza di eBay o di portali specializzati proprio in questo genere di scambi, perchè il web da questo punto di vista riesce laddove il mondo fisico fallisce per i suoi limiti spazio-temporali, mettendo in contatto persone anche lontane ma con esigenze combacianti. Sono veri e propri giri d'affari, per quanto piccoli, che scaturiscono da queste vendite, e protagonisti sono da una parte oggetti fashion che spesso contano molto nel guardaroba di una donna, dall'altra donne alla fine intraprendenti, capaci di trovare soluzioni talvolta impensate.

Voi da cosa sareste disposte a separarvi? Questo fenomeno non è forse un altro modo per dire che il mondo dell'apparenza e dell'estetica è sì importante per noi, ma che può essere anche facilmente piegato e manipolato quando le esigenze si fanno più serie e più importanti??

Via | DailyMail

  • shares
  • Mail