Le donne italiane pensano più alle vacanze che al sesso

Vacanze

Secondo uno studio di lastminute.com, le donne europee pensano più alle vacanze che al sesso, anche se di poco: 1,38 volte al giorno il pensiero sarebbe rivolto infatti alle ferie, mentre 1,36 volte al giorno la mente correrebbe alla camera da letto.

Va peggio per le italiane, che pensano alle vacanze 1,65 volte al giorno, mentre il sesso compare soltanto 1,32 volte; eppure un tempo i nostri maschietti avevano la fama di essere i più focosi del mondo. Cosa è successo? E' la proliferazione delle donne in carriera o comunque oberate dagli impegni a decretare tali numeri oppure c'è sotto qualcos'altro?

Si potrebbe anche fare un'altra riflessione: in fondo pensare alle vacanze significa anche pensare al sesso, perchè quando il lavoro e gli orari non ci stressano, c'è maggiore possibilità di lasciarsi andare, le occasioni prolificano e magari cresce la voglia; tuttavia è come se l'immediatezza e l'urgenza del sesso venissero a mancare. Perchè?

Forse ci scordiamo troppo facilmente che la "ginnastica da camera" è uno dei più grandi piaceri della vita, soprattutto se praticata con una persona degna (non dico quella giusta, perchè non è facile poter dare questa definizione...). E ci dimentichiamo nel contempo che in quanto piacere meraviglioso, per definizione non può mai essere dato per scontato. Al contrario: andrebbe rinnovato e coltivato costantemente. Dunque perchè non seguire i consigli di un'esperta (andate qui) per tenere vivo il desiderio, che sia in vacanza o a casa?

Via | Ladepeche

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail