Wunderland Kalkar, la centrale nucleare convertita a parco dei divertimenti

Tema caldissimo in questi giorni, quello del nucleare. Prima la Germania che annuncia un programma di abbandono progressivo di questa fonte di approvvigionamento energetico, poi il risultato italiano dei referendum. Quanto basta, probabilmente, che intuire che -salvo progressi tecnologici significativi, come la fusione fredda o le centrali al torio-, il vento dell’opinione pubblica si sta

di giulia

Tema caldissimo in questi giorni, quello del nucleare. Prima la Germania che annuncia un programma di abbandono progressivo di questa fonte di approvvigionamento energetico, poi il risultato italiano dei referendum. Quanto basta, probabilmente, che intuire che -salvo progressi tecnologici significativi, come la fusione fredda o le centrali al torio-, il vento dell’opinione pubblica si sta spostando verso l’addio all’atomo a vantaggio dello sviluppo delle rinnovabili.

Ma che fare delle strutture nucleare esistenti? Un bell’esempio di riconversione ce lo offre ancora la Germania. Qui, nel territorio della ex DDR, una vecchia centrale mai entrata in funzione è stata riconvertita a parco dei divertimenti. Wunderland Kalkar, questo il nuovo nome del lunapark, accoglie centinaia di migliaia di visitatori all’anno. Sullo sfondo dei giochi, il reattore è stato ridipinto con una cresta montuosa innevata e un cielo azzurro, quasi a sottolineare la sua neutralizzazione.

Via | Inhabitat

Wunderland Kalkar, il nucleare convertito a parco dei divertimenti

wunderland kalkar,  il nucleare convertito a parco dei divertimenti
wunderland kalkar,  il nucleare convertito a parco dei divertimenti
wunderland kalkar,  il nucleare convertito a parco dei divertimenti
wunderland kalkar,  il nucleare convertito a parco dei divertimenti

I Video di Pinkblog